Con l'entrata in vigore della normativa, la fattura non viene più inviata direttamente al cliente in formato PDF tramite e-mail oppure in formato cartaceo avvalendosi del Servizio Postale, ma viene inviata in formato XML al Sistema di Interscambio. Questo si occuperà di effettuare determinati controlli e se questi avranno esito positivo la fattura sarà recapitata al cliente.

Invio della fattura fino al 31/12/2018:

Invio della fattura dal 01/01/2019:

Con la presenza del Sistema di Interscambio per la veicolazione delle fatture elettroniche, ciò che cambia rispetto ad una comunicazione diretta cliente - fornitore è la presenza di notifiche e ricevute, messaggi in formato XML conformi ad uno schema specifico e firmati elettronicamente. In sostanza tramite questo sistema di messaggistica il SDI comunica all’emittente il fatto che la fattura sia stata o meno correttamente recapitata al destinatario.

Tralasciando alcuni, per certi versi fondati, timori sulla sua tenuta e stabilità a reggere l’onda d’urto (non bisogna dimenticare che con l’avvio dell’obbligo generalizzato dal 1° gennaio 2019 sul sistema si riverserà una quantità di dati senza precedenti), concentriamoci sugli aspetti più tecnico-operativi. Sintetizzando, il Sistema di interscambio:

  • riceverà le fatture elettroniche da parte dell’emittente e cioè del cedente/prestatore (o di un intermediario) al quale verrà rilasciato un riscontro dell’avvenuta trasmissione;
  • per ogni file della fattura elettronica o lotto di fatture elettroniche correttamente ricevuti, effettuerà successivi controlli del file stesso. In caso di mancato superamento dei controlli verrà recapitata - entro 5 giorni - una “ricevuta di scarto” del file al soggetto trasmittente sul medesimo canale con cui è stato inviato il file al SDI. La fattura elettronica o le fatture del lotto di cui al file scartato dal SDI si considereranno non emesse;
  • nel caso in cui il file della fattura sia firmato elettronicamente, effettuerà un controllo sulla validità del certificato di firma (i tipi di firma elettronica gestiti dal SDI sono riportati nell’allegato A al provvedimento). In caso di esito negativo del controllo, il file verrà scartato e verrà inviata una ricevuta di scarto. Anche in questo caso la fattura elettronica o le fatture del lotto di cui al file scartato dal SDI si considereranno non emesse;
  • recapiterà la fattura elettronica al soggetto cessionario/committente (in alternativa, la fattura elettronica potrà essere recapitata dal SDI, per conto del cessionario/committente, ad un intermediario).